COMMENTI

Editoriale

di don Antonio Rizzolo
(scarica la versione .pdf)

LETTERE

IL MESE

— I fatti religiosi da non dimenticare nel notiziario delle ultime 720 ore

NOSTRI TEMPI


Inchiesta

Land grabbing. La rapina della terra affama il mondo

Expo 2015 / 1

Da un lato Stati ricchi affamati di prodotti alimentari, dall'altro Paesi piegati da povertà e corruzione. Negli ultimi cinque anni 80 milioni di ettari di terreni agricoli del Sud del mondo sono stati venduti a investitori esteri. E se oggi 800 milioni di persone soffrono la fame, la corsa alla terra ha certamente le sue responsabilità

di Giusy Baioni, Laura Bellomi e Mauro Castagnaro

Inchiesta

Consumatori in balia del mercato

Expo 2015 / 2

A pranzo con Enzo Bianchi e Carlo Petrini, parlando del perché mercificando ciò che mangiamo perdiamo una parte di noi stessi, del motivo per cui la fame non può essere considerata un'emergenza ma una drammatica quotidianità e di come si può tornare a dare valore al cibo

a cura di Laura Bellomi

L'intervista

Le beatitudini, la nostra grammatica

Ernesto Olivero

Superati i cinquant'anni di vita del Sermig, il suo fondatore traccia un bilancio positivo. Solo con una formazione cristiana seria e la presenza di testimoni credibili la Chiesa potrà rivivere

di Stefano Stimamiglio

Dibattito

Giubileo e misericordia

— Anno santo

Papa Francesco ha indetto un Giubileo speciale non dedicato a «un'idea astratta» ma a «una realtà concreta con cui Dio rivela il suo amore come quello di un padre e una madre»: la misericordia. Non sarà un susseguirsi di megacelebrazioni, un anno di percorsi privilegiati nelle Chiese locali, dove si apriranno le porte sante (in cattedrali e santuari) e dove Francesco invierà i suoi "missionari della misericordia", «sacerdoti cui darò l'autorità di perdonare anche i peccati che sono riservati alla Sede Apostolica». Sei personaggi commentano la versione "bergogliana" del Giubileo

a cura di Vittoria Prisciandaro

Reportage

La Casa do migrante oltre i confini della miseria

— Brasile

Il Paese latinoamericano, divenuto potenza economica, attrae immigrati da tutto il mondo. Ma non ha strutture d'accoglienza. A São Paulo lo scalabriniano Paolo Parise offre assistenza e aiuta nella ricerca di un lavoro

di Giulio Paletta

IDEE IN CIRCOLO

Il pellegrino delle città sante / La via di Gerusalemme

Come pecora fra i lupi

Il lusso di morire nella propria terra. Di un uomo che preferì il biasimo del mondo all'ipocrisia. Nella selva e lungo il tratturo. Uno spuntino fra le rovine

di Enrico Brizzi

L'incontro

Quell'attrazione tra materia e spirito

Alice Rohrwacher

Premiata a Cannes per Le meraviglie, la giovane regista spiega il suo rapporto con
le grandi domande della fede: «Ho un'educazione spirituale e la religione mi ha sempre affascinato», dice. «Ma se sono onesta con me stessa, non riesco a essere attratta o ad appartenere a nessuna Chiesa»

di Donatella Ferrario

La memoria

Maggio 1955 - Nasce il patto di Varsavia

Quella cortina che tentò di soffocare la fede

Con il Patto di Varsavia si instaura un mondo diviso in due blocchi. Oltre «il sipario di ferro», la Chiesa perseguitata fa la conta di arresti di vescovi e chiusure di cattedrali. Ma con l'avvento di papa Giovanni e la Pacem in terris la diplomazia vaticana pone le basi per l'Ostpolitik di Montini e Casaroli

di Alberto Guasco

Lampada per i miei passi

Affari di gola

Il vizio della gola e la virtù della temperanza sono due facce della stessa medaglia. All'ingordigia e al digiuno forzato è preferibile una generosità che sa creare la comunione fraterna

di Ganfranco Ravasi

La bisaccia del mendicante

La tentazione della "buona risposta"

di Enzo Bianchi

Teologiadabar

Il gender "demonio" déjà vù

di Marco Ronconi

Frammenti

Libri, dischi, mostre, e tutto quanto fa cultura

Graphic Journalism

di Emanuele Fucecchi

Vedi tutto il sommario >

Archivio

Vai

Jesus dal 1997 fino al 2013

Vai